La lunga e movimentata carriera di Man Ray

Leggendario. Quel nudo femminile con due intagli di violino all’altezza delle reni non lascia indifferenti ma entra a far parte del nostro bagaglio culturale, volenti o nolenti.

L’opera si chiama ‘Le violon d’Ingres’ ed è uno dei più emblematici lavori di Man Ray, in mostra a partire dal 13 settembre fino all’11 di gennaio del prossimo anno nella splendida cornice di Villa Manin a Passariano di Codroipo (UD)

Artista poliedrico straordinario, Man Ray è, allo stesso tempo, fotografo, pittore, ideatore di oggetti e autore di film sperimentali. Per questo in mostra ci sono più di 300 opere che permettono di seguire Man Ray nella sua lunga e movimentata carriera fra Stati Uniti ed Europa.

Dagli anni d’esordio fra New York e Ridgefield in New Jersey, sede di una vivace colonia di artisti, alle prime opere dadaiste; dall’arrivo a Parigi nel 1921, alla fuga dalla Francia occupata dopo un ventennio di attività intensissima; dagli anni di Hollywood, dove Man Ray si stabilisce al ritorno in America, agli ultimi due decenni di vita trascorsi a Parigi.

Per Man Ray non esiste distinzione fra arte e vita, fra interesse estetico e sentimentale, desiderio e invenzione visiva.

La mostra sarà all’altezza della sua opera più famosa? Ci rimarrà impressa? L’avete già visitata?

Inviateci le vostre recensioni….

INFO e Ph credits:.villamanin-eventi.it/mostra_man-ray.php

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: